DATA 25/06/2019

Nel mese di maggio del 2019 sono stati riscontrati 21 casi di “epatite colestatica acuta” dovuta, sembra, all’uso di integratori a base di curcumina e piperina.

 

Vogliamo subito chiarire la correlazione tra curcuma e curcumina, dato che molti giornali hanno riportato erroneamente che la curcuma, utilizzata in molti preparati per pane come nel nostro KURKUM, fosse la responsabile di questi casi.

 

 

È vero che la curcumina è un estratto dalla Curcuma, anzi ne è il principale componente biologicamente attivo e ricerche cliniche, eseguite negli ultimi anni, confermano le notevoli proprietà anticancerogene, antinfiammatorie e antiossidanti della curcumina. Inoltre recentemente è stato dimostrato anche un potenziale effetto neuro-protettivo della curcumina stessa.

 

La correlazione tra epatite colestatica e curcumina nasce dal dubbio che la curcumina (e non la curcuma) presente in questi integratori possa essere di origine sintetica, oppure estratta sì dalla curcuma ma con solventi di origine tutta da verificare. Non solo, non è noto se l’associazione curcumina con la piperina abbia effetti collaterali a carico dell’organismo. Ricordiamo che la piperina è il principale alcaloide del pepe e, secondo alcuni studi, prolungherebbe l’attività biologica della curcumina nel nostro organismo poiché rallenterebbe la degradazione della curcumina da parte del fegato.

 

 

Il Ministro della salute ha pertanto effettuato il ritiro in via precauzionale degli integratori in questione e chiesto alla catena distributiva la temporanea sospensione della vendita di tali prodotti.

 

Nel contempo gli integratori sono stati messi sotto osservazione, ma fino ad oggi non sono ancora terminati i controlli sui casi segnalati riconducibili al loro consumo, per individuarne il problema.

 

Ritornando invece alla curcuma, ribadiamo che si tratta di una spezia antiossidante dalle proprietà antinfiammatorie, che fa bene sopratutto al fegato: sono dimostrati da innumerevoli studi scientifici come quelli fatti dalla Fondazione Umberto Veronesi che nasce su iniziativa di Umberto Veronesi e di molti altri scienziati e intellettuali di fama internazionale, fra cui 11 premi Nobel, con lo scopo di promuovere la ricerca scientifica di eccellenza e progetti di prevenzione, educazione alla salute e divulgazione della scienza.